10comandamenti


Vai ai contenuti

Menu principale:


Dignità ed amore

Non rubare

Viviane Agnisan Kpdi Seisa - Responsabile della Comunità di Sant’Egidio in Costa d’Avorio.
Mi chiamo Vivien e sono della Costa d’Avorio. Il comandamento non rubare? Penso innanzitutto che l’Africa già nel passato fu spogliata della sua ricchezza più grande, le persone. Milioni di nostri antenati furono deportati come schiavi.
Si accusano i paesi poveri e soprattutto l’Africa di non essere capace di badare a se stessi. Tutti sognamo di poter scgliere liberamente, di essere liberi di poter disporre dei nostri beni. Gli Africani hanno bisogno di riconquistare l’autostima. Perché a forza di dire ad un bambino che è stupido che non sa camminare e non sà occuparsi di se stesso quel bambino si sentirà stupido, perchè ha sempre sentito dire che è stupido. La forza della parola é molto importante, la parola ti marchia... queste accuse, questa mancanza di sicurezza paralizzano l’Africa. La conseguenza di tutto questo è la fame. I bambini sono i più esposti. Le famiglie sono divise. Anche il comandamento onorare il padre ed la madre ha poco senso oggi qui in Africa. Dove sono le grandi famiglie solidali ed unite?
Adesso con la mancanza di fiducia, la rassegnazione, il pessimismo le famiglie sono divise perché i bambini hanno la stessa madre ma padri diversi.
Una madre che ha avuto dei bambini con uomini che hanno donne da qualche altra parte. Il matrimonio ha persso di interesse. Ha perso dignità ed amore. E soprattutto quell’Amore che il Signore ci insegna. Ed i bambini abbandonati sulle strade? Non si sentono più amati. Non trovano più riparo in casa perché non c’è più casa e famiglia. Si dice che la famiglia è il percorso della vita e dell’amore. Tutto questo non esiste per il bambino africano. Lui è perduto! Lui non ha più un riparo. Lui non ha più il senso della famiglia e con il cuore pieno di odio, esce di casa vive fuori perché è fuori che questo bambino cerca la sua sopravvivenza.
E così questo bambino senza difese e diventa violento, non perché è nato violento ma perché la società che ha intorno lo porta alla violenza per poter sopravvivere e potersi difendere.
Penso che bisogna dare una speranza all’Africa e ridarle la forza per rinnovarsi. L’occidente deve ridare speranza all’Africa perché possa continuare il sogno che ci è stato rubato, e così torni l’ottimismo, l’amore per il prossimo.
E così contrastare tutti i luoghi comuni sull’Africa e gli Africani, che hanno permesso e permettono di derubarci meglio e toglierci anche quel pò di dignità che ancora abbiamo. La parola del Vangelo, la parola di Dio è l’amicizia che caratterizza l’amore del prossimo da qui iniziamo a camminare insieme.

se vuoi lasciare un commento
stampa la pagina



Home Page | introduzione | Il Coraggio di Amare | Venerdì, Sabato, Domenica. | La donna e gli altri | Onora il Padre e la Madre | Non rubare | Siamo tutti sorelle e fratelli | Ama il Tuo Prossimo come te stesso | Recensioni | Crediti del documentario | Link | premi e riconoscimenti | cerca | i Blog di luca de mata | Le foto dei10 Comandamenti | copyright | Mappa del sito


I Dieci Comandamenti:il Coraggio di Amare - luca de mata | i10comandamenti@gmail.com

Torna ai contenuti | Torna al menu