luca de mata

10comandamenti


Vai ai contenuti

Menu principale:


Due terzi dell'umanità non ha di che vivere.

Non rubare

Come si può accettare che le ricchezze, le risorse di un paese possano essere sfruttate fino al loro esaurirsi senza che gli abitanti ne abbiano nessun vantaggio reale, e senza che essi, le abbiano potute condividere con chi ne trae grandi vantaggi?...
Nessuno si scandalizza, anzi e’ accettato come acquisito che il mondo occidentale possa consumare 3 volte di più del proprio fabbisogno nutritivo, e che due terzi dell’umanità, non abbia di che vivere.
Siamo entrati nel Nuovo Millennio con un mondo che ogni giorno citando i trionfi della finanza, suona tutti i violini del mercato, ma poi? In realtà non sembra cambiato nulla. La fame aumenta. La disperazione e la povertà aumentano e si trascinano dietro gli orrori dei fondamentalismi. I demagoghi tornano a riempire l’aria di parole vuote. E le ideologie si ripresentano alle solite sfilate di moda. La realtà è che milioni di creature muoiono di fame e di stenti, oggi come ieri!
Ma perchè a chi vive nei paesi del cibo non viene il dubbio che forse stanno tradendo il comandamento “Non rubare”?
La verità è che le culture dell’opulenza sono intrise di luoghi comuni, si sentono cavalli da corsa, di razza superiore che hanno avanti a sé un solo traguardo! essere primi!
Ma tra chi, primi? se non sappiamo o non vogliamo sapere chi c’è dietro! nella corsa!
Troppo spesso e con troppa superficialità affrontando il problema dei paesi poveri, quando non si parla di emergenza-povertà, li si colpevolizza della loro incapacità a gestirsi: quasi che chi è povero meriti la sua povertà. Ed è questo quello che più offende: il razzismo verso i poveri. No alla demagogia che ogni ricco è un ladro, ma certo i conti non tornano, quando compariamo le risorse tra i continenti ed i benefici di queste risorse. Come pensiamo di andare avanti! Ieri le ideologie, oggi il fondamentalismo religioso e domani?
Siamo arrivati al paradosso che predatori senza scrupoli capitalizzano anche la povertà, siamo arrivati al paradosso che si sbattono dentro raffinate campagne pubblicitarie le immagini della disperazione e della povertà. L’emarginazione diventa folklore per depliant turistici... la realtà è che milioni di innocenti muoiono! E che ancora oggi la schiavitù è una realtà per milioni di esseri!

Siamo più di 6 miliardi a vivere su questo pianeta e certamente non è facile trovare una soluzione per riequilibrare le risorse. La Vita non può più attendere a ritrovare piena dignità nelle comunità del pianeta. Nessuno ha più licenza di rubare la Vita più a nessuno, se vogliamo salvarci dalla catastrofe degli odi e delle divisioni.

(luca de mata)

se vuoi lasciare un commento
- vai al sito fotografie di parole - stampa la pagina


Home Page | introduzione | Il Coraggio di Amare | Venerdì, Sabato, Domenica. | La donna e gli altri | Onora il Padre e la Madre | Non rubare | Siamo tutti sorelle e fratelli | Ama il Tuo Prossimo come te stesso | Recensioni | Crediti del documentario | Link | premi e riconoscimenti | cerca | i Blog di luca de mata | Le foto dei10 Comandamenti | copyright | Mappa del sito


I Dieci Comandamenti:il Coraggio di Amare - luca de mata | i10comandamenti@gmail.com

Torna ai contenuti | Torna al menu