10comandamenti


Vai ai contenuti

Menu principale:


Gerusalemme

Siamo tutti sorelle e fratelli

Gerusalemme, la città sacra del pianeta sia per Ebrei, Cristiani e Musulmani. Luogo dove la Pace è tradita nei fatti. Non vogliamo, e non è obiettivo di questo documento, dare un giudizio sulla partita che qui si sta giocando, partita che vede morti sommarsi ai morti, ma certamente qui non potevamo non domandarci e domandare se chi si uccide uccidendo in nome di Dio non commetta un atto contro Dio o per la gloria di Dio? Come vedremo, se tra Cristiani ed Ebrei il fronte è compatto che costoro non sono martiri, tra i Musulmani il fronte non è così compatto. Chi è il martire? L’inerme che non rinnega la sua fede ed affronta la morte disarmato o l’armato che in nome di Dio si suicida uccidendo?

Giovanni Paolo II in una domenica del 2003, alla preghiera dell’Angelus non esitò a denunciare anche quanti spingevano questi giovani nelle braccia della morte a seminare morte. Altri, innumerevoli musulmani che abbiamo incontrato in tutto il mondo, hanno condannato e condannano questi gesti, ma purtroppo, altri li giustificano

se vuoi lasciare un commento
stampa la pagina


Home Page | introduzione | Il Coraggio di Amare | Venerdì, Sabato, Domenica. | La donna e gli altri | Onora il Padre e la Madre | Non rubare | Siamo tutti sorelle e fratelli | Ama il Tuo Prossimo come te stesso | Recensioni | Crediti del documentario | Link | premi e riconoscimenti | cerca | i Blog di luca de mata | Le foto dei10 Comandamenti | copyright | Mappa del sito


I Dieci Comandamenti:il Coraggio di Amare - luca de mata | i10comandamenti@gmail.com

Torna ai contenuti | Torna al menu